Questo sito non supporta completamente il tuo browser. Ti consigliamo di utilizzare Edge, Chrome, Safari o Firefox.

SCOPRI IL BLACK FRIDAY clicca qui

La posizione ideale durante l'allattamento

La posizione ideale durante l'allattamento

L’allattamento al seno è uno dei gesti più naturali al mondo, ma richiede un po’ di pratica. Una delle esperienze di apprendimento più importanti per mamma e bambino è scoprire qual’ è la posizione ideale per l’allattamento al seno per entrambi.

Non esiste un modo giusto o sbagliato di allattare il tuo piccolo.

Secondo molte mamme alcune posizioni durante l'allattamento facilitano le poppate rendendole più efficaci rispetto ad altre. Vale la pena spendere un po’ del proprio tempo per scoprire quale sia la più adatta per te e per il tuo bambino.

Vale la pena trovare La posizione ideale durante l' allattamento del piccolo dal momento che trascorrerai molte ore del giorno in questa posizione! Ecco  alcuni consigli per rendere più semplice l’allattamento del tuo piccolo.
  • Cerca sempre la posizione più comoda per te. Per agevolare il riflesso di emissione del latte, dovresti sedere in una posizione rilassata.
  • Tieni il bimbo vicino al corpo, pancia contro pancia, sorreggendolo dal braccio piegato. Se hai bisogno, appoggia il braccio sul cuscino per avere un maggior supporto. Il tuo braccio potrebbe stancarsi a causa del peso del bambino – perciò usa un cuscino per l’allattamento o altri accessori di supporto.
  • Tieni a portata di mano qualcosa da bere e da mangiare durante l’allattamento.
  • Con la mano libera avvicina il tuo seno alla bocca del tuo bimbo. Assicurati di dare la forma al seno in modo che il bimbo ne possa ricevere la quantità necessaria.
  • Assicurati di scegliere una posizione che consente un buon attacco al seno.
Ecco alcuni esempi pratici :

Posizione a culla

Si tratta di una posizione versatile che può essere usata un po’ ovunque. Molto utilizzata dalle mamme con una lunga esperienza per l allattamento, la posizione a culla risulta difficile per le mamme principianti in quanto non riescono a fornire il supporto ideale per attaccarlo al capezzolo.
Per una corretta posizione a culla, assicurati che il naso del piccolo sia di fronte al capezzolo. Il bimbo avrà bisogno di inclinare indietro la sua testa per facilitare la respirazione e la deglutizione. Contemporaneamente la mamma usa l’altra mano (quella con cui non sta tenendo il bambino) per orientare il capezzolo in direzione della bocca.
La posizione a culla è spesso considerata la migliore per quei bimbi che hanno già imparato ad attaccarsi al seno.

Posizione dell’abbraccio trasversale

La posizione dell’abbraccio trasversale fornisce un aiuto importante a quei bimbi che ancora si trovano nella fase di apprendimento dell’allattamento.
Dopo che il tuo bambino ha imparato ad attaccarsi a seno, puoi provare con la posizione a culla.
Tieni il tuo bimbo nella posizione che vedi nell’immagine qui sotto. Sorreggi con la mano la sua testa e con l’avambraccio la sua schiena. Sostienilo con il braccio destro per consentire l’attacco del seno sinistro, e viceversa. Usa l’altra mano per orientare il tuo seno verso la bocca del piccolo. Puoi anche usare questa posizione per consentire l’attacco al capezzolo – e una volta in cui il bimbo ha terminato la poppata, puoi delicatamente spostarlo nella posizione a culla, ma senza perdere il contatto con il tuo corpo.
Posizione frontale
La posizione frontale rappresenta una delle migliori soluzioni: facilita l’attacco al seno e ti consente di mantenere il contatto visivo con il tuo bimbo.
Il bimbo è sorretto dal tuo braccio destro mentre è attaccato al seno destro, e viceversa. Sostieni la sua testa con la mano e con l’avambraccio la sua schiena.
Tieni i suoi piedini tra la tua schiena e lo schienale della poltrona. Il suo corpicino dovrebbe fare un angolo di 90° con il tuo. La posizione frontale è ideale per quei bambini che tendono a innervosirsi durante le poppate. Sicura e comoda, fa sentire il bambino a suo agio e vicino al corpo della mamma. La posizione frontale è ottima anche per allattare bimbi sonnolenti – tutto ciò che devi fare è sistemare il bambino nella posizione corretta in modo che possa stare seduto molto vicino a te.
Posizione sdraiata di lato
In questa posizione tu e il tuo bimbo sarete sdraiati uno a fianco all’altro; ti consigliamo di mettere un cuscino sotto la sua testa per aiutarlo a sistemarsi alla giusta altezza nel momento dell’attacco. Si tratta di una posizione ideale per mamme esperte nell’allattamento e potrebbe risultare un po’ difficoltosa per le mamme principianti.
Metti il bimbo vicino a te, pancia a pancia. Assicurati che il bambino si trovi più in basso rispetto al tuo seno, in modo tale che il tuo capezzolo tocchi il suo naso.
Sorreggigli la schiena con un cuscino o un asciugamano. Quando avvertirà la presenza del capezzolo, cercherà di raggiungerlo facendogli allontanare il naso dal seno. Ciò lo aiuterà nella respirazione e nella deglutizione e a stabilire un buon contatto visivo con la mamma.
La posizione ideale durante l'allattamento notturno.
Alcune mamme si sentono davvero comode in questa posizione e i loro bimbi si attaccano meglio al seno. Se ritieni che questa posizione faccia al caso tuo puoi usarla anche durante il giorno.
Posizione a rugby
La posizione a rugby è molto simile alla posizione frontale. In questo caso tieni il bimbo al tuo fianco con il gomito piegato. Con l’altra mano, sorreggi dolcemente la sua testa appoggiandogli la schiena al tuo avambraccio.
Per aumentare il tuo comfort in questa posizione ti consigliamo di sedere su una poltrona con braccioli bassi e larghi o appoggiare sul tuo grembo un cuscino.
 

 

 

Lascia un commento

Ricorda che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati