Questo sito non supporta completamente il tuo browser. Ti consigliamo di utilizzare Edge, Chrome, Safari o Firefox.

Disegno infantile

Disegno infantile

Il disegno infantile è un’attività importante perché viene aiutato alla stimolazione della creatività e a sviluppare la propria conoscenza sul mondo e ad entrare in contatto con i primi strumenti da lavoro
I primi studi sul disegno infantile  si devono allo scrittore Corrado Ricci, che nel 1887 pubblicò un libro ad esso dedicato, che si intitola “L’arte dei bambini”.
Il disegno infantile è un’attività di puro piacere, inizialmente sui fogli faranno solo scarabocchi, solo quando sarà più grande il bambino è in grado di disegnare oggetti che appartengono alla sua vita quotidiana
Il disegno infantile può essere diviso in quattro fasi ovvero:
Da 2 a 4 anni: abbiamo la fase dello scarabocchio, Disegni ormati da colpi, anche casuali, gettati senza possibilità di controllo motorio
Da 4 a 7 anni abbiamo la fase pre-schematica dove il disegno infantile ha i primi tentativi di rappresentazione
Da 7 a 9 anni abbiamo la fase schematica, dove il disegno infantile assume un aspetto lineare e molto più preciso, con variazioni nella figura umana e tendenza alla miniaturizzazione.
Il disegno infantile costituisce una delle prime forme di allenamento oculo-manuale, in cui è essenziale orientare la matita in modo corretto, direzionarla verso il foglio, compiere quindi  dei movimenti di braccia-mani-dita in modo preciso e corretto.
L’evoluzione del disegno infantile è universale, i bambini alla stessa età disegna con caratteristiche simili, indipendentemente dall’Etna, dalla cultura e dal ceto sociale.
Il disegno infantile è una rappresentazione del bambino di come vede il mondo esterno, quindi esprime un messaggio soggettivo, ogni disegno infantile va interpretato in modo diverso.

Care mamme dopo aver letto il nostro articolo vi consigliamo di dare un ’ occhiata al nostro sito , dove troverete tantissimi articoli per il vostro bambino LUXURYKIDSSHOP

Lascia un commento

Ricorda che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati